OSTERIA ZANCHETTI

L’atmosfera di una vera osteria di stile anni '20 ti accoglie appena varchi il cancello in ferro entrando nel Cortile Luigi. Il suo nome risale alla storia del bisnonno dell’Oste, che rientrato dall’avventura in America per scampare alla leva militare della prima guerra mondiale, aprì un’osteria a Monte Paganuccio.Nel cortile potrai accomodarti ai tavoli in legno con geometriche gambe in ferro, realizzati da artigiani locali e dotati di piano appoggia borse al centro. I tavoli vestono dei runner della Bottega Busatti che li coprono come cappelli magici di altri tempi.Dal cortile Luigi, attraverso una porta in ferro e vetro, entrerai nel vivo dell’osteria: un grande specchio perfettamente circolare ti invita per un attimo a chiudere gli occhi, per riaprirli negli anni ’20.L’originale bancone del bar, realizzato con il raro Legno Noce Nazionale e decorato con bugne, è il protagonista della mescita del vino e del taglio del pane.Le piccole scale realizzate in marmo giallo di Istria, illuminate da una vetrata panoramica, ti portano al piano superiore dove accedi alla Piccola Sala. Questa è scaldata da una stufa nera in ghisa e illuminata da un ampia finestra da cui puoi ammirare in lontananza il colle santo del paese, tra le mura storiche delle case limitrofe.Illuminano il locale le lampade a ventaglio in vetro e ottone alle pareti assieme alle tradizionali lampade “stelle di Urbino” che scendono dal soffitto con una catena in ottone, tutte rigorosamente realizzate a mano nelle sapienti botteghe del Montefeltro. Sedendoti a qualsiasi tavolo dell’osteria potrai gustare cibi serviti su piatti in maiolica realizzati e dipinti a mano da manifatturieri italiani. Il racconto di una cucina semplice, vivace, energetica, fantasiosa, storica.

Gli eventi